Sky Light Aircraft System

L’organizzazione delle attività di un aeroporto è molto complessa. All’arrivo di un aeromobile c’è bisogno di una perfetta coordinazione per dirigerlo verso una piazzola di sosta disponibile, attivare il trasferimento dei passeggeri all’interno del terminal, rifornire del carburante, fare i controlli di sicurezza, scaricare e riconsegnare i bagagli e molto altro ancora, fino alla ripartenza dell’aereo verso un’altra destinazione.
L’efficienza di queste operazioni è direttamente proporzionale ai dati che il sistema gestionale dell’aeroporto ha a disposizione.

Una delle difficoltà da affrontare è che gli aeroporti non hanno sistemi automatici per rilevare gli orari esatti di in-block e off-block per gli aeromobili che sostano nelle piazzole remote.

Sky Light Aircraft System monitora gli istanti di arrivo e ripartenza di un aereo da una piazzola di sosta in aeroporto.

Grazie ai sensori wireless, i dati sono acquisiti in tempo reale e sono inviati in automatico sul server. Da qui possono essere elaborati ed integrati nel sistema gestionale dell’aeroporto (AODB).

I sensori Sky Light Sensor sono posizionati nella pavimentazione aeroportuale in una configurazione ottimizzata per rilevare con estrema accuratezza gli istanti di tempo in cui un aereo arriva e riparte da una piazzola di sosta.
I sensori inviano i dati ad un ripetitore chiamato Sky Light Repeater, utilizzando un protocollo radio ad una frequenza di 868 MHz.
Il ripetitore invia i dati ad un concentratore, lo Sky Light Hub, integrato all’interno dell’Access Point. Qui i dati sono impacchettati e spediti sul server, dove sono elaborati e organizzati con software dedicati. I dati possono essere integrati con i software di gestione che organizzano l’intero aeroporto, quali i sistemi AODB (Airport Operational DataBase)

Sky Light Aircraft System è disponibile sia con protocollo di comunicazione dati radio proprietario, sia in versione LoRaWAN ™, che è uno degli standard più recenti e affermati per costruire reti di sensori IoT.
Questo tipo di sistema non richiede l’installazione di ripetitore, Hub e Access Point dedicati, poiché i sensori sfruttano direttamente la rete di comunicazione generata da gateway LoRaWAN ™ sul territorio per inviare dati sul server.

COMPONENTI DEL SISTEMA

SKY LIGHT SENSOR

È un sensore wireless robusto ed estremamente accurato, disegnato per resistere allo stress dovuto al traffico intenso sulle strade e agli agenti atmosferici.
Il sensore lavora con tre tecnologie di rilievo combinate, che sono luce ottica ambientale brevettata, sensore infrarosso e magnetico per un’accuratezza estrema ed eliminare possibilità di errore.
La comunicazione wireless offre una grande flessibilità nella scelta del layout dell’installazione, senza vincoli di cablaggio.
Le operazioni di installazione e manutenzione possono essere svolte in poco tempo, con strumenti semplici e senza interrompere il traffico, grazie anche alla controcassa in cui è collocato il sensore.
Sky Light Sensor è alimentato con una batteria a lunga durata e bassissima autoscarica, per un’autonomia che dura nel tempo. La batteria è sostituibile da operatori esperti, garantendo una lunga vita del prodotto.

SKY LIGHT REPEATER

Il ripetitore è un dispositivo di collegamento che raccoglie dati dai sensori e li trasferisce al concentratore Sky Light Hub.
Ad ogni Sky Light Repeater possono essere assegnati fino a 50 sensori.
La distanza massima raccomandata per la comunicazione tra sensore e ripetitore è di 100 metri, mentre la distanza massima raccomandata per la comunicazione tra il ripetitore e lo Sky Light Hub è di 500 metri.
Il posizionamento più comune per il ripetitore è su un palo dell’illuminazione nelle vicinanze dei parcheggi da monitorare, ad un’altezza di 3 metri dal suolo.
Sky Light Repeater è alimentato con batterie a lunga durata ed è inserito all’interno di un contenitore ermetico ed impermeabile, per poter resistere nel tempo agli agenti atmosferici, essendo un dispositivo installato in ambiente esterno.

SKY LIGHT HUB

Sky Light Hub è un concentratore per l’acquisizione wireless dei dati dal sensore.
È di piccole dimensioni (39mm x 29mm) ed è in grado di gestire fino a 16 sensori.
Le informazioni che caratterizzano ciascun evento di traffico, come l’inizio e la fine di un transito e la presenza del veicolo con i relativi timestamp, sono disponibili attraverso la porta seriale UART.
Nella configurazione proposta, Sky Light Hub è integrato all’interno della scheda di interfaccia per comunicare con il regolatore semaforico attraverso contatti puliti, ma è possibile utilizzare altri dispositivi per interfacciarsi ed acquisire i dati direttamente dall’Hub. Ciò permette di creare un sistema molto flessibile, in cui si può scegliere di integrare i propri dispositivi preferiti per l’acquisizione dei dati. L’integrazione con componenti di terze parti è estremamente semplice, grazie ai protocolli di trasmissione e decodifica forniti agli integratori.

ACCESS POINT

È un dispositivo che ha il compito di raccogliere i dati inviati da tutti i sensori assegnati, impacchettarli ed inviarli su server tramite collegamento ETHERNET o GPRS.
Nella soluzione proposta, il datalogger è il modello Raptech GWi EVO che è in grado di acquisire dati in tempo reale.
Questo dispositivo è ideale per essere montato su guida DIN, che lo rende ottimo per essere installato in contenitori e cassette a tenuta stagna, necessari per poter resistere alle intemperie in ambiente esterno.
L’Access Point può essere alimentato dalla rete elettrica a 220 V utilizzando un apposito alimentatore a 12VDC, oppure da un piccolo pannello fotovoltaico di potenza circa 20 W.
L’Access Point è dotato di una batteria al Litio interna per inviare allarmi in caso di interruzioni di alimentazione e per effettuare lo spegnimento sicuro, senza rischio di compromettere il sistema operativo e i dati raccolti.

PROGETTI

Controllo dell’accesso ai varchi
Area taxi aeroporto Malpensa

Controllo dei veicoli in accesso al varco

Monitoraggio degli aerei in sosta all’Aeroporto di Milano Malpensa
Sosta aerei a Malpensa

Monitoraggio delle piazzole remote